Sei in: Spirits | Produttori e spirits
Campari annuncia l’apertura di un nuovo impianto di imbottigliamento

campari--324x230.jpgGruppo Campari (Reuters CPRI.MI - Bloomberg CPR IM) ha annunciato oggi un piano di investimenti in un nuovo impianto di imbottigliamento presso il sito di Wild Turkey a Lawrenceburg (USA). Confermando il proprio supporto al progetto, questa mattina lo Stato del Kentucky ha approvato in via preliminare incentivi economici fino a US$ 2,35 milioni, a sostegno della creazione di nuovi posti di lavoro. Campari  realizzerà un investimento di US$ 44 milioni in nuova capacità di imbottigliamento per i brand del Gruppo negli Stati Uniti, tra cui l’intera gamma Wild Turkey e la linea SKYY.

"Questa è una pietra miliare per la distilleria di Wild Turkey e per due dei principali motori di crescita del Gruppo Campari", ha affermato Bob Kunze-Concewitz, CEO Gruppo Campari. "Questa operazione ci dà pieno possesso in un unico sito dell’intero processo di produzione della gamma Wild Turkey, dalla distillazione all`invecchiamento, fino all`imbottigliamento, permettendoci anche di ospitare il processo di imbottigliamento di SKYY Vodka, il più grande marchio per il Gruppo negli Stati Uniti. Siamo molto lieti di collaborare con lo Stato del Kentucky a questo importante progetto."

Il nuovo stabilimento è progettato per gestire una produzione iniziale fino a quattro milioni di casse da nove litri di prodotto l’anno e la sua apertura è prevista per l’autunno 2013. La capacità produttiva dell’impianto è in grado di sostenere la domanda futura dei prodotti del Gruppo nel Nord America, rispondendo alla crescita di Wild Turkey, American Honey, Russell’s Reserve, Rare Breed Bourbon e SKYY Vodka, sia negli Stati Uniti sia nel resto del mondo.

In passato la distilleria di Wild Turkey ospitava l’attività di imbottigliamento, che venne però sospesa nel 2006 da parte del precedente proprietario. Si prevede che il nuovo impianto generi efficienze di costo, miglior servizio al cliente e maggiore flessibilità produttiva attraverso l’internalizzazione delle attività di imbottigliamento dell’azienda.

"Non potrei essere più felice del fatto che il Gruppo Campari, nostro nuovo proprietario, abbia riconosciuto l’opportunità di avere pieno controllo della produzione di Wild Turkey" ha commentato Jimmy Russell, Master Distiller e membro del Bourbon Hall of Fame“. Questa è la dimostrazione dell’impegno di Campari nel business degli whiskey, ma anche nei confronti della comunità del Kentucky, poiché puntiamo a creare maggiori opportunità di lavoro e gettito fiscale a questo grande stato".

"Il business della distillazione contribuisce ogni anno al prodotto interno lordo del Kentucky per circa US$ 2 miliardi”, ha detto Steve Beshear, il Governatore dello Stato del Kentucky. "L`investimento che il Gruppo Campari sta facendo a Lawrenceburg è significativo e contribuirà a rafforzare ancor più la nostra economia. Facendo conoscere il bourbon al mondo, aziende come Gruppo Campari faranno conoscere anche lo Stato del Kentucky”.

Fin dall’acquisizione del marchio nel 2009, il Gruppo Campari ha effettuato investimenti rilevanti nello sviluppo della distilleria. Nel 2011 il Gruppo ha completato l’espansione della distilleria per un investimento pari a circa US$ 50 milioni, più che raddoppiandone la capacità produttiva. Questo è andato di pari passo con l’apertura negli ultimi anni di nuovi magazzini per l’invecchiamento. L’investimento di US$ 44 milioni del Gruppo Campari nel nuovo stabilimento sarà ripartito su tre anni.

 

La fama dello spirit originario del Kentucky si è diffusa in tutto il mondo, con una domanda per Wild Turkey ai livelli più alti nella sua storia. Attualmente la gamma Wild Turkey vende oltre un milione di casse da nove litri in tutto il mondo, con una forte crescita negli Stati Uniti, Australia, Canada e Giappone. Wild Turkey è il sesto marchio di bourbon a livello globale (escludendo American Honey). Wild Turkey e SKYY Vodka sono entrambi distribuiti e commercializzati da America Campari negli Stati Uniti, Canada e Porto Rico.

 

Si precisa che ulteriori informazioni sul progetto di investimento saranno fornite nell’ambito dell’annuncio dei risultati di bilancio 2011, il prossimo12 marzo.

 

Gruppo Campari

Davide Campari-Milano S.p.A., insieme alle sue controllate (‘Gruppo Campari’), è una delle realtà più importanti nel settore del beverage a livello globale. E` presente in 190 paesi nel mondo con leadership nei mercati italiano e brasiliano e posizioni di primo piano negli USA e in Europa continentale. Il Gruppo vanta un portafoglio ricco e articolato su tre segmenti: spirit, wine e soft drink. Nel segmento spirit spiccano brand di grande notorietà internazionale come Campari, Carolans, SKYY Vodka e Wild Turkey e marchi leader in mercati locali tra cui Aperol, Cabo Wabo, Camparisoda, Cynar, Frangelico, Glen Grant, Ouzo 12, X-Rated Fusion Liqueur, Zedda Piras e i brasiliani Dreher, Old Eight e Drury`s. Nel segmento wine si distinguono oltre a Cinzano, noto a livello internazionale, i brand regionali Liebfraumilch, Mondoro, Odessa, Riccadonna, Sella&Mosca e Teruzzi&Puthod. Infine, nei soft drink, campeggiano per il mercato italiano Crodino e Lemonsoda, con la relativa estensione di gamma. Il Gruppo impiega oltre 2.200 persone e le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI - Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana). www.camparigroup.com.


24/02/2012

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS