Sei in: Mondo Horeca | Attualità
Spritz tarroccati: solo 1 bar su 10 è in regola

aperol_spritz.jpgEsaminando le attività dei grossisti padovani, la Guardia di Finanza ha scoperto che gli spritz serviti nelle piazze del centro storico e in alcuni locali cool della provincia padovana erano fatti con bevande di sottomarche dei famosi Aperol e Campari.

I bar controllati dai finanzieri sono stati quelli finiti nell`occhio del ciclone dopo il blitz dello scorso novembre.

I dati presi in esame sono stati quelli delle attività di un`anno solare, da marzo 2011 ai giorni scorsi.

Da questi dati è stato possibile verificare il modus operandi dei baristi ovvero quello di spacciare per Aperol o Campari, quello che invece è una bevanda dall`identico colore ma non con lo stesso marchio, quindi con un prezzo d`acquisto inferiore.

I dati della Finanza, raccolti bar per bar, parlano di una minima percentuale di Aperol o Campari ordinati, a fronte di moltissime casse o bottiglie di aperitivo. In due locali non sono mai state trovate bottiglie di marca, in altri c`era una grande differenza tra quelle originali e quelle delle sottomarche.

Le irregolarità sono proseguite anche dopo il blitz di novembre. Solamente un locale di Monselice è tornato immediatamente a ordinare gli ingredienti originali.


02/04/2012

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS