Sei in: Mondo Horeca | Attualità
Il "talking waiters" secondo Donato Carra

788683.jpgVino giusto, birra giusta, qualità del cibo, menu vario, quante volte leggete dell’importanza dell’offerta? Ma oltre all’offerta c’è anche il servizio, che non significa solo una bella tavola, ma significa prima di tutto cortesia.

E c’è chi ha pensato ad un ciclo di lezioni che, insegnando a camerieri e maître l`arte delle buone maniere, può aiutare a far fare un salto di qualità; come spiega il Maitre Donato Carra: «La regola d`oro è saper accogliere i clienti. Sorriso e maniere cordiali sono indispensabili per far bene questo lavoro, eppure troppo spesso vengono dimenticati, per colpa di un certo menefreghismo da parte del personale. Spesso si tende a considerare la sala un elemento accessorio rispetto alla cucina: nulla di più sbagliato. Il calore dell`ambiente è importante tanto quanto la qualità del cibo o delle bevande che vengono servite».

Da dove inizia il bon ton di camerieri e gestori?

«Dal saluto iniziale - prosegue Carra - Il cliente va accolto subito con un "buongiorno" o un "buonasera" sincero e convincente, a cui poi devono seguire tante altre piccole attenzioni. Una tra tutte: il cameriere addetto alla sala dovrà sempre premurarsi di sfilare il cappotto agli ospiti, provvedendo personalmente a sistemarlo poi nel guardaroba. E dovrà anche accompagnare i commensali al tavolo e intercettare ogni loro esigenza, senza diventare mai eccessivamente invadente. I clienti devono sentirsi coccolati, non sotto esame».

Il contatto con il cliente è fondamentale nella ristorazione, per cui nulla di peggio di camerieri disattenti, che palesano la loro ignoranza sul menu, magari scorbutici, persino poco educati.

Il cameriere oltre ad essere “servizievole” dovrebbe anche essere professionale, nel senso di svolgere attivamente il proprio ruolo suggerendo cibi, bevande, mettendosi a disposizione del cliente, non limitandosi cioè a portare i piatti, ma accompagnando al meglio il pranzo o la cena. Dovrebbe essere un "talking waiters", un cameriere che ha abilità di comunicazione. Un’abilità che può decretare il successo di un locale ancor più e prima di una buona pietanza.


04/05/2012

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS