Sei in: Mondo Horeca | Attualità
Tassa Balduzzi: continuano le critiche

Se ne parla da mesi e periodicamente la tassa su bibite gassate e alcolici ricalca la scena politica e mediatica. Ricordiamo brevemente di che si tratta: la proposta è del ministro Balduzzi che, forte delle iniziative messe in atto in altri paesi europei, tra cui anche la vicina Francia, propone di vessare bevande alcoliche e gasate, ree, per il ministro, di non essere altamente salutari: dalla tassazione si potrebbero ottenere liquidità da reinvestire nel campo della salute pubblica. Il contributo da versare allo Stato, a carico dei produttori, sarebbe di 7,16 euro per ogni 100 litri immessi sul mercato, una cifra che, si capisce bene, sarebbe recuperata aumentando il prezzo finale del prodotto.

Per gli alcolici e i superalcolici il contributo è molto maggiore: ben 50 euro ogni 100 litri. La tassa permetterebbe un gettito di 250 milioni di euro l’anno, finalizzabile per il  servizio sanitario nazionale e le campagne di prevenzione e promozione di “corretti stili alimentari”.

Tale tassa, in un momento di flessione generale dei consumi, sarebbe una spada che taglierebbe ulteriormente la spesa degli italiani.

Il taglio farebbe male ai produttori, ma anche allo Stato, che incasserebbe meno Iva, una perdita stimata di 100 milioni di euro. Anche le associazioni dei Consumatori, insieme a Pd e Pdl, denunciano la tassa proposta dal Ministro Balduzzi, accusata di essere un facile modo di fare cassa, rischioso per il mercato.


27/08/2012

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS