Sei in: Mondo Horeca | Attualità
Bevande nei locali o nei circoli: la recente sentenza

Sulla querelle riguardante la procedura relativa alla somministrazione di bevande nel canale "locali pubblici" o nei "circoli privati", si è espresso chiaramente il Consiglio di Stato.

 

alcol3.jpgLa recente sentenza n. 2207, depositata il 19 aprile 2013 stabilisce che "la qualificazione del locale come circolo privato o locale pubblico, è attualmente irrilevante ai fini del legittimo esercizio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande, essendo sufficiente per il suo avvio la comunicazione di inizio attività".

L’irrilevanza della natura del somministratore di bevande e alimenti deriva dal D.Lgs. n. 147 del 6 agosto 2012, che consente l’avvio di un’attività di somministrazione a seguito di mera comunicazione di "inizio attività". In passato, invece, l’art. 64 del D.Lgs. n. 59 del 26 marzo 2010 prevedeva che la somministrazione di alimenti e bevande da parte di pubblici esercizi fosse subordinata ad autorizzazione e non a semplice comunicazione, mentre i circoli privati avevano il procedimento agevolato di semplice comunicazione avvalendosi della disciplina speciale D.P.R. 4 aprile 2001, n. 235.

 

La qualificazione come circolo privato o locale aperto al pubblico non è rilevante nemmeno per quanto attiene l’attività di svago con video giochi. In questo caso l’installazione di apparecchi e congegni automatici e semiautomatici ed elettronici è soggetta sempre a rilascio di licenza.


14/05/2013

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS