Sei in: Mondo Horeca | Attualità
Avanti tutta... con fiducia

Nel tirare le somme di questo 2015, non possiamo non porre in evidenza l’eccezionalità della stagione estiva dove, grazie a una notevole presenza turistica nel nostro paese, e complice le temperature decisamente sopra la media, gli operatori dell’Ho.re.ca. hanno ottenuto lusinghieri risultati commerciali.

binocolo.jpg

Le vendite del beverage hanno registrato incrementi mediamente del 10% rispetto alla stagione precedente e in talune aree, e per alcune categorie merceologiche, si è anche superato il 20%. Per gli operatori della filiera Ho.re.ca. è stata una bella boccata di ossigeno, considerando che le ultime stagioni avevano lasciato alquanto a desiderare. Ora, però, bisogna fare capitale di questo evento straordinario, lo dico soprattutto ai miei colleghi distributori, nel senso che, bando ai facili entusiasmi, non bisogna assolutamente illudersi che tali risultati possano diventare la norma. Anzi sarebbe opportuno che senza fare le cicale, quel surplus inaspettato d’incassi che la stagione ha messo a disposizione venisse giudiziosamente accantonato o magari reinvestito per fortificare le proprie aziende.

 

Ce n’è e ce ne sarà bisogno, perché al di là dei risultati estivi, il settore Ho.Re.Ca. nel suo complesso subisce ancora la congiuntura che ha colpito l’Italia negli ultimi anni. Infatti, nonostante non siamo mancati gli incassi da parte dei nostri clienti esercenti, le problematiche legate ai ritardi di pagamento sono ancora lontani da essere risolti e il distributore e ancora costretto a finanziare oltre il dovuto i propri clienti. A tale proposito la Federazione Italgrob, per meglio tutelare i propri associati, si sta attivando per rivitalizzare l’ormai famoso Art. 62, e far sì che si attuino compiutamente le disposizioni di legge previste.

 

Tornando alle questioni di mercato, va detto che la propensione alla spesa è ancora molto tenue e occorrerà oltre un decennio affinché gli italiani possano riconquistare il potenziale di acquisto che avevano prima che scoppiasse la crisi. Prudenza quindi, ma anche fiducia. Fiducia perché, seppur blandamente l’economia italiana ha in qualche modo invertito la tendenza. Alla fine di quest’anno il PIL registrerà un aumento dell’1%. Decisamente poco, è vero, ma decisamente meglio del segno negativo che ha contraddistinto gli anni passati. Inoltre, colgo segnali di fiducia anche, e con piacere, in occasione dei periodici incontri che ho con i miei colleghi e con le realtà consortili che fanno parte di Italgrob.

 

Vi è nella nostra categoria la consapevolezza che i cambiamenti sopraggiunti sul mercato impongono un diverso e più evoluto ruolo da parte del distributore, così come vi è la consapevolezza che il futuro della stessa non possa prescindere da un progetto comune, da un impegno comune. In tal senso trovano ampio apprezzamento i punti del piano triennale che la Federazione ha messo in campo quest’anno. Ne abbiamo già diffusamente parlato, a breve presenteremo i primi risultati. Ne approfitto per ringraziare i consiglieri che sono impegnanti in questo lavoro, loro rappresentano tutti i consorzi federati ad Italgrob, e il loro lavoro di squadra, fatto in armonia e con entusiasmo, avvalora la funzione e gli obiettivi di questa Federazione. Sappiamo che le mete non saranno facili da raggiungere, ma il vento ora è più favorevole.

 

Il percorso è tracciato. Non resta che lavorare, lavorare, lavorare. È l’unica certezza che abbiamo. Non è poco in fondo.

 

Andrea Menici

Presidente Italgrob


24/09/2015

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS