Sei in: Home | In Evidenza
Cambio al vertice del Consorzio San Geminiano

sangeminiano_logo.jpg

Lo scorso 20 maggio 2017, a Bologna, si è tenuta l’Assemblea di Bilancio annuale del Consorzio San Geminiano con le consuete elezioni triennali relative alle cariche di Presidente, Vicepresidente e Consiglio di Amministrazione.

 

Di seguito i risultati:

  • Presidente: Stefano Betti [BETTI & C. SRL, Cividate al Piano- BG]
  • Vicepresidente: Maurizio Gualtieri [STEFANI GROUP S.R.L., Castelfranco Emilia – MO]

Nomi appartenenti al nuovo consiglio direttivo:

  • Amadio Celiberti [CELIBERTI SRL, Atessa – CH]
  • Stefano Cevasco [VERSO GIUSTO 2 SRL, Genova]
  • Moreno Vangelisti [ARENA BEVANDE SRL, Raidon - Verona]
  • Luigi Rotundo [ROTUNDO & C. SRL, Santa Maria di Catanzaro – CZ]
  • Leopoldo Pasquini [PASQUINI SRL, Poggibonsi – SI]
  • Francesco Mattana [MATTANA SRL, Raffadali – AG]
  • Graziano Boi [BEVI IMPORT S.r.l., Zona Ind. Est Elmas – CA]

San Geminiano è uno dei consorzi storici fra distributori di bevande, il primo ad essersi costituito (1975); è stato, quindi, lo è tutt’oggi, un protagonista nel mondo della distribuzione bevande. Una lunga storia che ha accompagnato l’evoluzione della stessa categoria, scandita da un percorso di crescita fra le cui caratteristiche salienti vi è la “stabilità” della leadership.

Infatti, nei suoi oltre 40 anni di onorato servizio, SGI ha visto sulla plancia di comando solo tre presidenti: da Ermanno Stefano, uno dei padri fondatori, passando per Leopoldo Pasquini, per giungere poi al terzo Presidente, Stefano Betti. Una notizia rilevante per il mondo della distribuzione al quale italgrob.it dedica la doppia intervista.

 

Betti_presidente.jpgLa parola al nuovo Presidente Stefano Betti


D. Con quali sentimenti Stefano Betti accetta la carica di presidente?  Con quale spirito, quali motivazioni s’approccia a queste ruolo di grande responsabilità?

R. «Innanzitutto, sono onorato di essere il terzo presidente della storia ultra quarantennale di San Geminiano. Mi approccio al nuovo ruolo con entusiasmo e serenità, con la convinzione che San Geminiano abbia ancora molto da offrire ai suoi associati e a tutto il mondo Ho.Re.Ca.. Sono lieto di poter contare sulla fattiva collaborazione di tutti i Consiglieri, che godono della mia stima e piena fiducia e che, sono sicuro, metteranno la loro professionalità ed imprenditorialità al servizio del Gruppo».


D. Continuità o innovazione: puoi dirci quali saranno i tratti salienti delle politiche del suo mandato?  Vi sono particolari iniziative che intende subito avviare?  

R. «Il mercato attuale richiede buona capacità di ascolto e sensibilità nel prevederne le evoluzioni. Si sente spesso dire come negli ultimi 5 anni siano avvenuti più cambiamenti che nei precedenti 20. L’innovazione di prodotto e di processo ricopriranno un ruolo fondamentale, ma saranno sapientemente dosate con la giusta continuità delle scelte di successo del passato che hanno da sempre differenziato il Gruppo San Geminiano nel mercato di riferimento».


D. Un gruppo storico come SGI, non può non incidere in quelle che sono le stesse politiche nazionali e per questo essere, come lo è sempre stato, punto di riferimento ed esempio per tutta la categoria. Come e in che modo SGI potrà consolidare questo ruolo? Ritiene possibile la collaborazione con altri gruppi?

R. «San Geminiano, sin dalla sua fondazione nel 1975, si è contraddistinto per la spiccata differenziazione di ruolo, rappresentando, a suo modo, un modello per l’intera categoria. Si pensi alla sviluppo di brands propri, alla creazione di depositi sul territorio, ai servizi integrati di supporto forniti agli associati. Nel prossimo triennio si lavorerà su questi ed altri elementi con il chiaro obiettivo di consolidarne il valore aggiunto offerto alla filiera. In un mondo in cui tutti si è connessi, non si potrà certo escludere l’eventuale sviluppo di nuove alleanze e collaborazioni».


D. Vuole fare un saluto al presidente uscente Leopoldo Pasquini?  

R. «L’occasione mi è gradita per esprimere profonda gratitudine nei confronti di chi negli ultimi 15 anni ha guidato il Gruppo San Geminiano attraverso la crisi economica mondiale ed i cambiamenti che ne sono seguiti a livello dei modelli di consumo e produzione, dimostrando vera professionalità, sincera affezione, profonda dedizione, estrema correttezza e lealtà. Un sentito Grazie a Leopoldo Pasquini! Sono molto felice che Leopoldo sia tuttora membro del Consiglio di Amministrazione, consentendo a tutti noi un proficuo e costante confronto, divenendo, al contempo, garante di una sana continuità decisionale».

 

Pasquini.jpgE ora, diamo la parola al Presidente uscente


D. Con quali sentimenti Leopoldo Pasquini dopo anni di onorato servizio lascia la carica di presidente di un gruppo come SGI? 

R. «Come ho già raccontato ai soci del mio gruppo ho deciso di lasciare questo incarico un po’ per motivi di età, la stanchezza si comincia a sentire, ma in particolar modo perché ritenevo fosse giunto il momento per un normale avvicendamento, ultimo tassello di un percorso d’integrazioni/avvicendamenti avvenuti in altri comparti della nostra struttura. Questa decisione è frutto di una seria riflessione iniziata da un po’ di tempo perciò, a parte un po’ di nostalgia per tanti anni belli che ho passato, non ci sono altri particolari stati d’animo. La mia uscita è stata molto ponderata, contrariamente a quando ho accettato di ricoprire questo ruolo, perché in quel caso solo dopo mi sono reso conto di quanta sana incoscienza avevo avuto!».


D. Qual è la politica e l’attività a favore del suo gruppo che lei ha realizzato durante i suoi mandati e della quale è particolarmente orgoglioso?

R. «Elencare tutto quello che è stato fatto sarebbe un po’ lungo, le cose fatte sono state molte e comunque tutte all’interno di un percorso e obbiettivi ben definiti: aumentare la coesione sociale, contribuire a migliorare la qualità e le performance dei nostri associati con il supporto di corsi formativi;  sviluppo dei prodotti a marchio, crescita dei volumi dai nostri magazzini, miglioramento delle condizioni di fornitura da parte delle industrie. Questi i maggiori obiettivi perseguiti, e penso in buona parte raggiunti, con la soddisfazione che la crescita, sia dei marchi che dei volumi da magazzino, è sempre stata costante negli anni anche in una fase di stagnazione dei consumi».


D. Ha dei rimpianti, qualcosa che voleva fare, che riteneva giusto fare e che non è riuscito?

R. «Rimpianti particolari no ne ho, certe volte mi capita di pensare se avrei potuto fare di più, la risposta è sempre la stessa: ho messo sempre il massimo impegno e ho fatto tutto quello che potevo. Anche se un piccolo rimpianto è quello di non essere riuscito a trasmetter ad altri colleghi di altri gruppi la consapevolezza che unendosi si potrebbe sicuramente fare meglio, ma purtroppo non vedo segnali in questa direzione. Siamo troppo individualisti mi auguro che altri riescano a portare avanti questa mia convinzione».


D. Vuole fare un saluto e un augurio al collega Stefano Betti?  

R. «Certamente sì, un caro saluto a Stefano e un grande grazie a tutti i mie soci che mi hanno sempre dato la loro fiducia e il loro sostegno, grazie a tutti i nostri collaboratori nessuno escluso, grazie a tutti i colleghi che  sono stati negli anni intorno al tavolo consiliare, grazie per il loro aiuto e la loro coesione senza la quale non sarei mai stato in grado di portare avanti questa meravigliosa avventura! In ultimo un grande in bocca al lupo al nuovo presidente e a tutto il consiglio che, sono certo, sarà in grado di proseguire e sicuramente migliorare la strada intrapresa».


23/05/2017

Torna SU ↑



Home | Per saperne di pił
Nessuna informazione disponibile per la sezione indicata

MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS