Sei in: Spirits | Barman e bartender
Mixology trend: la preparazione va in scena

I must 2018 della mixology sono il Signature Serves, il Culinary Cocktail e il Cocktail at Home, drink aromatici altamente scenografici.

cocktail.jpg

“Signature Serve” - drink non replicabile altrove - vede Giuseppe Cipriani (inventore dell’iconico cocktail “Bellini” all’Harry’s Bar di Venezia) come capostipite storico, mentre il “Culinary Cocktail” è una “reinterpretazione” da bere di un piatto noto. A tal proposito, emblematico è il titolo del libro del bartending Matthew Biancaniello: “Eat your drink”, oggi non solo un titolo ma un vero motto per tutti.

Oltre al contenuto del drink, oggi la sua preparazione scenografica è moda: la mixology diventa in questo modo un gancio per catturare il cliente che aspetta il suo cocktail dopo aver visto la preparazione artistica e teatrale.

Per teatralizzare la preparazione, ecco in scena affumicatori con essenze a base di fiori, erbe e frutti dolci; vaporizzatori per spargere aromi che coinvolgono l’olfatto, carrelli-cocktail che ampliano il coinvolgimento del cliente. Fra le attrezzature, poi, come non menzionare le mini-pinzette per guarnire il bicchiere con frutti e fiori, oppure le molle ad incastro che nello shaker emulsionano gli ingredienti ancora meglio.

Le attrezzature tech, in definitiva, diventano essenziali e imprescindibili, un vero trend del momento.

 

 

Foto Flickr


15/03/2018

Torna SU ↑



MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS