Sei in: Home | In Evidenza
Italgrob: Piano Quadriennale
La via si fa con l’andare

Il presidente Vincenzo Caso e il Consiglio di Presidenza, presentano il nuovo piano quadriennale della Federazione Italgrob. Questo progetto sarà in linea con quanto proposto nelle assemblee precedenti all’elezione dell’attuale consiglio di presidenza e al Piano Operativo 2018 - 2021, coerentemente con l’impegno preso nei confronti dell’Assemblea e dei consorzi confederati.

foto-assemblea.jpg

Le linee guida (continuando un processo evolutivo) fondamentali per la Federazione, sono:

  1. Coltivare le grandi opportunità comuni sapendo cogliere e interpretare i nuovi trend degli scenari  integrando le nostre competenze come rete e diventando, quindi, ancora  più partner nello sviluppo nostro e del sistema paese;
  2. Incrementare, tutelare e promuovere i consorzi federati e le aziende di distribuzione associate e, più in generale, la categoria dei distributori Ho.Re.Ca.;
  3. Cooperare in modo organizzato ed etico realizzando processi vantaggiosi, ottimizzando ogni tipo di risorsa (economica, organizzativa, umana) eliminando gli sprechi (non gli investimenti) e aumentando il nostro capitale di conoscenza ed esperienza collettiva;
  4. Cambiare in modo focalizzato e finalizzato per trasformare la complessità in vantaggio;
  5. Rinforzare l’immagine e la reputazione del ruolo e della funzione riconosciuta dal mercato alla distribuzione, come elemento indispensabile della filiera.

Prima dei punti di programma, ci teniamo a rilevare come la principale novità del prossimo quadriennio nasca direttamente dalle elezioni del Consiglio di Presidenza: la collegialità dell’organo di governo, presieduto e supervisionato dal Presidente di Italgrob, garantisce  maggiori risorse di motivazione, competenza e operatività per gestire le numerose attività e attenzioni che la Federazione richiede. Una squadra che, avvalendosi delle opere dei Consiglieri Italgrob, coordinando e affiancando le attività della direzione, dei collaboratori esterni e di tutto lo staff di sede, porterà nuove energie allo scopo e Visione della federazione coinvolgendo in misura maggiore anche presidenti, consiglieri e direttori dei consorzi.

Il programma del quadriennio verterà su quattro punti fondamentali: razionalizzazione e riorganizzazione delle risorse, incremento del valore dei servizi erogati dalla Federazione, rappresentatività di canale e potenziamento della comunicazione verso i target attuali e potenziali.

 

I PUNTI DEL PIANO QUADRIENNALE

 

1. RAZIONALIZZAZIONE E RIORGANIZZAZIONE DELLE RISORSE

La riduzione dei costi (non degli investimenti) e l’incremento dei ricavi e del patrimonio, sarà la condizione essenziale per aumentare il livello di servizio  della Federazione. Per raggiungere tale obiettivo è necessario un attento esame del conto economico e dei processi di funzionamento, cercando in tutti i modi di ridurre al minimo i costi che non producono valore, concentrandosi sulle attività principali della federazione. La razionalizzazione passa attraverso una precisa analisi di valore anche delle “piccole” attività operative che consentono un importante risparmio di risorse: efficienza delle operazioni di sede, ottimizzazione dei meeting, puntuale pianificazione delle attività, miglioramento del controllo di gestione.

Dobbiamo aumentare le fonti di ricavo, allargando le “frontiere” della Federazione ad altri settori merceologici coinvolgendo gruppi e consorzi rappresentativi di mercati diversi, intraprendere il percorso di avvicinamento ad altri comparti, iniziato con il precedente corso di presidenza, e creare nuovi servizi a valore aggiunto dell’offerta di Italgrob nei confronti dei suoi federati, stipulando convenzioni che coinvolgano, anche economicamente, la Federazione.

 

2. INCREMENTO DEL VALORE DEI SERVIZI

Perché la Federazione possa realizzare la propria missione e possa crescere ed essere rappresentativa della propria base sociale, deve fornire servizi percepiti come indispensabili ai propri confederati per il loro vantaggio. I servizi sono alla base del nostro lavoro, il motivo per il quale un consorzio decide di affiliarsi alla Federazione e di rimanerci, collaborando attivamente al suo sviluppo. Il campo dei servizi è vasto e in continua evoluzione, per questo motivo è bene concentrarsi su un numero ragionevolmente contenuto preferendo i più importanti ma anche quelli, tra i principali, più facilmente e velocemente realizzabili. A tale proposito si organizzeranno tavoli di lavoro coinvolgendo i direttori dei consorzi e i rappresentanti dell’industria per individuare insieme le prime attività da intraprendere e per discutere di alcuni progetti già in fase di studio, di approvazione o di precedente realizzazione (sistemi di convenzioni in ambito legale, assicurativo, fiscale e finanziario).

La misurazione del nostro mercato, la continua raccolta e analisi dei dati dei nostri distributori, sarà una delle principali attività del prossimo quadriennio. La conoscenza del mercato ci consente di affinare i servizi e individuare nuove opportunità e costituisce una preziosa base di pianificazione strategica e di misura per l’industria e la distribuzione.

Non c’è vera crescita, economica e culturale, se non c’è la crescita delle competenze delle persone, quindi altro aspetto fondamentale è quello della formazione e dell’apprendimento che deve generare. Questa parte, centrale nei nostri processi, avverrà per gli imprenditori e la forza di vendita e per i giovani attraverso il nostro master gestito da AFDB.

 

3. MIGLIORARE LA RAPPRESENTATIVITA’ DI CANALE

La Federazione è dei distributori e i suoi distributori devono riconoscersi in essa.

Condizione essenziale per essere rappresentativi di una realtà è conoscerla in modo approfondito. Dobbiamo dedicare tempo e risorse per conoscere meglio il nostro mondo, le sue esigenze, le sue potenzialità. La Federazione deve entrare nei consorzi partendo dal loro territorio per comprenderne meglio la natura profonda, i processi di funzionamento, le necessità reali  e le possibilità espressive da facilitare.

La continua ricerca dell’allargamento della base sociale passa dal valore delle proposte che Italgrob riesce a formulare per i propri federati e dalla loro attuazione. Poter contare sulla più ampia partecipazione a livello consortile e indipendente garantisce alla Federazione la capacità di porsi come unico interlocutore nei confronti delle istituzioni. Sarà in questi anni opportuno invitare al dialogo gruppi provenienti da settori merceologici diversi ma comunque operanti all’interno del mondo Ho.Re.Ca., così come l’apertura improcrastinabile al mondo delle integrate, operatori di primario livello sul canale che non possono non partecipare agli eventi e ai discorsi di chi abbia l’ambizione di rappresentare il canale in toto. Rinsaldare il legame con la filiera a valle (organizzazioni dei commercianti e pubblici esercizi) in modo da diventare naturale punto d’incontro tra industria e retailers, come il distributore deve essere per sua natura.

 

4. COMUNICAZIONE

Per rendere a tutti evidente l’importante attività della Federazione diventa importantissimo perfezionare il sistema di comunicazione della Federazione stessa. Italgrob deve comunicare in modo agile, organico ed efficace ai suoi federati e al mercato intero esprimendo contenuti chiari, utili, interessanti. Deve porsi come riferimento per tutte le notizie di carattere tecnico, normativo, di marketing e commerciale verso tutti I distributori del mercato fuori casa.

 

Il potenziamento del nostro sistema di comunicazione passa attraverso quattro step:

  1. Razionalizzazione e ottimizzazione della comunicazione on-line e cartacea: un solo sito che raccolga tutte le informazioni della Federazione, le notizie dei e dai consorzi, le news del mercato, tutti I documenti della vita federale e i “manuali” utili ai distributori così come le immagini degli eventi e dei federati. On-line e stampa saranno coordinati, sinergici, espressione di una sola entità: la Federazione;
  2. Riorganizzazione della comunicazione ai gruppi e ai singoli distributori attraverso un sistema più efficiente di gestione dello scambio documentale;
  3. Allargamento della comunicazione alle testate e ai media di settore attraverso l’ufficio stampa riorganizzato e potenziato;
  4. Potenziamento dell’IHM.

20/06/2018

Torna SU ↑



Home | Per saperne di pił
Nessuna informazione disponibile per la sezione indicata

MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS