Sei in: Eventi | Eventi
Nuovo progetto Norda e LIPU per la tutela degli animali selvatici

logo_norda.jpgDopo lo studio “Un nuovo volo” condotto nel 2009 sulla presenza dell’aquila reale in cinque importanti aree montane, al quale è seguita nel 2010 la creazione del sito web “Un nuovo volo.it”, dedicato alla famiglia che ama la natura, ecco nel 2011 il progetto “Sosteniamo i Centri di recupero”.

Con questo nuovo progetto Norda aiuterà alcuni Centri di recupero fauna selvatica gestiti dalla LIPU (al Nord: Pontevecchio di Magenta, a Milano; al Centro Livorno; al Sud Palermo) dove vengono curati e aiutati animali selvatici di varie specie, in particolare uccelli feriti, fra cui anche molti rapaci.

In questi anni di collaborazione, Norda e LIPU hanno condotto un programma diversificato nelle sue componenti ma sinergico negli obiettivi. Con il progetto “Un nuovo volo” sono state studiate le minacce che insistono sull’aquila reale in cinque aree montane importanti per gli uccelli (IBA – Important Bird Areas) fornendo dati utili per contrastarle.

Con il sito Internet è stato coinvolto il pubblico famigliare nella conoscenza e nell’amore per l’aquila reale e per l’ambiente montano dove vive. Parallelamente a queste due iniziative è stata anche realizzata la promozione “Norda ti regala la tessera Amico della LIPU” (che ha ottenuto circa 8mila adesioni in tutta Italia).

Questi progetti scientifici si prefiggono risultati a medio-lungo termine, esistono però anche interventi da realizzare subito per salvare “un pezzo di natura” che fa parte della nostra vita quotidiana e che altrimenti andrebbe perduto.

Dopo anni di battaglie condotte da LIPU, i rapaci sono protetti dalla legge, l’informazione e la sensibilità delle persone è migliorata, ma sono ancora troppi gli animali che vengono trovati feriti o traumatizzati e che subiscono le modifiche all’habitat naturale dove sostano o si riproducono.

I Centri Recupero LIPU sono speciali ospedali che, ogni anno, curano oltre 15mila animali selvatici. Attualmente sono 12 in tutta Italia. Gli operatori e i volontari LIPU si prendono cura di questi speciali pazienti, dal ricovero alla riabilitazione. Prestano soccorso ad animali trovati feriti o in difficoltà.  Li nutrono, li puliscono e somministrano loro i medicinali. Effettuano esami radiografici e operazioni chirurgiche sui “pazienti” più gravi. Seguono la riabilitazione degli animali fino al loro ritorno in natura. Offrono consulenza a chi si trova a fronteggiare problemi con la fauna selvatica.

Si stima che un esemplare su cinque presente nei Centri recupero LIPU sia un rapace: soprattutto poiane, gheppi, falchi, assioli, civette. Ma a volte arriva anche “lei”: l’aquila, e quando capita richiede cure veramente particolari e molto impegnative. Sono tante le specie che hanno bisogno dell’assistenza di queste speciali strutture. I rapaci sono ricoverati principalmente per i colpi dei bracconieri, gli impatti contro le auto o le linee elettriche, l’ingestione di bocconi avvelenati.

Quest’anno Norda – ha dichiarato Elena D’Andrea, Direttore generale LIPU-BirdLife Italia - aiuterà concretamente i Centri Recupero LIPU sostenendo le spese per: interventi veterinari, a supporto di operatori specializzati, l’alimentazione dei rapaci ricoverati, le strumentazioni e i medicinali, la realizzazione di materiali di sensibilizzazione.

La filosofia che anima i Centri di recupero – prosegue D’Andrea - è bella, nobile e sa conquistare chi ama la natura: dare una seconda possibilità ad animali che spesso hanno perso la prima a causa dell’uomo. Un compito importante, doveroso e coinvolgente”.

Ricordiamo inoltre che alcuni Centri di recupero sono aperti al pubblico e svolgono un’importante funzione didattica e di sensibilizzazione, grazie a pannelli, materiali informativi e programmi specifici. Norda e LIPU hanno in programma di organizzare momenti di incontro aperti al pubblico nei centri di recupero per fare capire meglio questo lavoro. Molto intensa anche l’attività di consulenza a cittadini, istituzioni e aziende che si trovano a fronteggiare problemi vari con la fauna selvatica e necessitano di un supporto sia telefonico che operativo.

Per Norda – dichiara Carlo Pessina, amministratore delegato Norda Spa - questa nuova scelta di collaborazione ecoambientale rientra in un impegno che si sta ampliando e rafforzando di anno in anno, in azienda come nei territori dove hanno sede i suoi stabilimenti di imbottigliamento. Ne costituisce un’ulteriore testimonianza l’accordo di collaborazione che Norda ha sottoscritto nel 2010 con la Comunità Montana della Valsassina, ente gestore del Parco Regionale della Grigna Settentrionale. Un habitat ricco di fauna selvatica e dove vive anche l’aquila


02/05/2011

Torna SU ↑



Eventi | Per saperne di pił
Nessuna informazione disponibile per la sezione indicata

MONDOHORECA
Attualità
Opinioni, studi ed analisi
News e curiosità
BEVERAGES
Acque minerali
Bibite, Energy e Soft Drink, Succhi
BIRRA
Produttori ed etichette
Birra News
SPIRITS
Produttori e spirits
Barman e Bartender
VINI&Co.
Cantine ed etichette
Eno News
LOCALI&PROFESSIONI
Ristoranti, Pizzerie
Bar e locali serali
Arredi e attrezzature
FOOD
Prodotti
Pizza, appetizer, dessert
Gourmet
EVENTI
Fiere
Eventi
DIST. DI BEVANDE
Federazione
Consorzi
Distributori
MASTER FUORI CASA
Feed RSS